logo

La Catena del Freddo è la nostra Strada

Con una flotta di oltre 50 moderni veicoli refrigerati, siamo pronti ad affrontare le sfide future con fiducia e determinazione, innovare e servire i nostri clienti con dedizione e responsabilità.  Attraverso il controllo del rispetto della catena del freddo,  vogliamo ridurre l’impronta ecologica dell’azienda nell’ottica di migliorarne la catena del valore, rispettando il cibo e chi lo produce, perché solo attraverso un controllo attento e responsabile della logistica dei prodotti freschi contribuiremo a ridurre il pesante impatto ambientale della perdita e spreco di cibo  così da non rendere vane altresì le energie e le risorse utilizzate per produrlo. 

Di Ciero Srl è stata premiata per 3 volte da Industria Felix:

  • 2019: migliore impresa dei settori Logistica e Trasporti della Regione Molise.
  • 2021: migliore impresa dei settori Logistica e Trasporti e tra le migliori imprese per la crescita addetti e del patrimonio netto con ottima performance gestionale e affidabilitàfinanziaria Cerved con sede legale nella regione Molise.
  • 2023: tra le 15 Top imprese con sede legale in Italia per performance gestionale e affidabilità finanziaria Cerved dei settori Logistica e Trasporti.

Soluzioni per il
Trasporto Refrigerato

“Nel 1986, abbiamo colto l’opportunità nel prospero settore della produzione lattiero-casearia, avviando la commercializzazione dei derivati del latte in tutta Italia. Nel corso degli anni, ci siamo progressivamente orientati verso i servizi, concentrandoci principalmente sull’autotrasporto dei prodotti a temperatura controllata, un pilastro dell’attività ancora oggi.

Negli anni ’90, abbiamo espanso la nostra organizzazione, rinnovato costantemente il nostro parco macchine e fidelizzato il nostro personale, estendendo il nostro bacino di clientela oltre i confini regionali fino a coprire quasi tutte le regioni italiane.

Nel 2000, l’apertura della nuova sede operativa per il deposito e lo smistamento delle merci ha segnato un passo significativo nella nostra crescita, preparandoci ad affrontare i tempi di cambiamento. Le rigorose normative europee sul trasporto e la crisi economica di quegli anni ci hanno posti di fronte a sfide impegnative e decisioni cruciali.

Abbiamo intrapreso un’importante fase di riorganizzazione, passando il testimone dalla prima alla seconda generazione di famiglia. Il piano includeva investimenti nell’acquisto di autocarri più grandi, la riconversione del nostro personale alla guida di veicoli di maggiori dimensioni, il consolidamento della nostra rete tramite sub-vettori distribuiti capillarmente in tutto il territorio italiano e l’implementazione di nuovi sistemi di gestione per migliorare la pianificazione e la logistica delle nostre merci.

Questa è stata la nostra storia fino ad ora, fatta di impegno, adattamento e una costante ricerca di eccellenza nel nostro settore.”